Missione Cristiana 153

 

Unità e Unanimità = Accordo

• CAUSE di DISACCORDO •

«ASPETTATIVE IRRAGIONEVOLI»

I rapporti sono come il cristallo, vanno vissuti con cura.

Come dice il proverbio:

«L’erba voglio non cresce neanche nel giardino del Re»

2^ Timoteo 2:14-16

Ricorda loro queste cose, scongiurandoli davanti al Signore a non fare vane dispute di parole che non giovano a nulla, ma sono deleterie per coloro che ascoltano.

Studiati di presentare te stesso approvato davanti a Dio, operaio che non ha da vergognarsi, che esponga rettamente la parola della verità.

Ma evita i discorsi vani e profani, perché fanno progredire nell’empietà;

2^ Timoteo 2:23

Evita inoltre le discussioni stolte e insensate, sapendo che generano contese.

«TRASCURATEZZA»

«I rapporti vanno CURATI diligentemente»

«OGNUNO si deve impegnare»

1^ Pietro 3:8-12

E infine tutti concordi, compassionevoli, con amore fraterno (filadelfoi), misericordiosi, umili, non rendendo male per male od oltraggio per oltraggio, ma all’opposto benedicendo, perché a questo siete stati chiamati, affinché ereditiate la benedizione.

Infatti chi desidera esser soddisfatto della vita e conoscere giorni felici, faccia cessare la lingua dal dire male e le sue labbra dal parlare con inganno; quindi si allontani dal male e faccia il bene, ricerchi la pace e la persegua le corra dietro; perché gli occhi del Signore sono sui giusti ed i Suoi orecchi alle loro preghierema il volto del Signore è contro quelli che fanno il male».

«Impegno degli sposi»

Se gli sposi sono in Accordo, possono ogni cosa, perché adempiono ai principi di Dio.

Matteo 18:19

Ancora io vi dico che, se due di voi si accordano sulla terra per domandare qualunque cosa, questa sarà loro concessa dal Padre mio che è nei cieli.

Presupposti:

1^ Corinzi 7:5

Non privatevi l’uno dell’altro, se non di comune accordo e per un tempo, per dedicarvi al digiuno e alla preghiera, poi di nuovo tornate a stare insieme, affinché Satana non vi tenti a causa della vostra mancanza di autocontrollo.

Efesini 5:22-25

poiché il marito è capo della moglie, come anche Cristo è capo della chiesa, ed egli stesso è il Salvatore del corpo.

Parimenti come la chiesa è sottomessa a Cristo, così le mogli devono essere sottomesse ai loro mariti in ogni cosa.

Mariti, AMATE le vostre mogli, come anche Cristo ha amato la chiesa e ha dato se stesso per lei,

«Impegno dello sposo»

Ubbidiente alla Parola di Dio e

Sottomesso allo Spirito Santo.

Se AMA, ha comprensione e stima della propria sposa come parte integrante di se stesso, le sue preghiere diventano efficaci.

1^ Pietro 3:7

Similmente voi, mariti, vivete con le vostre mogli con la comprensione dovuta alla donna, come al vaso più debole, e stimatele perché sono coeredi con voi della grazia della vita, affinché le vostre preghiere non siano impedite.

«Impegno dello sposa»

Santa, che ricerca il bene.

Sottomessa al proprio sposo.

Se Ubbidiente e Retta, viene preservata da ogni spavento.

1^ Pietro 3:5-6

In questo modo, infatti, un tempo anche le sante donne quelle che speravano in Dio ornavano se stesse, stando sottomesse ai propri mariti.

Come Sara che ha ubbidito ad Abramo, chiamandolo signore; di lei siete divenute figlie voi che agite rettamente e non temete alcun spavento.

«ORGOGLIO»

io sono come DIO!

io sono meglio di te!

io ho più di te!

Genesi 3:1-5

Ora il Serpente era il più astuto di tutte le fiere dei campi che YHWH DIO aveva fatto, e disse alla donna:

«Ha DIO veramente detto: Non mangiate di tutti gli alberi del giardino?»

E la donna rispose al serpente: «Del frutto degli alberi del giardino ne possiamo mangiare; ma del frutto dell’albero che è in mezzo al giardino DIO ha detto: Non ne mangiate e non lo toccate, altrimenti morirete»

Allora il serpente disse alla donna: «voi non morrete affatto; ma DIO sa che nel giorno che ne mangerete, gli occhi vostri si apriranno e sarete come DIO conoscendo il bene e il male»

EGOISMO:

Comportamento di chi è interessato unicamente a sé stesso.

Le parole chiave sono: «io» e «mio» escludendo chiunque altro dalla partecipazione ai beni materiali o spirituali che ha ottenuto ed a cui è perniciosamente attaccato.

SUPÈRBIA:

Enorme stima di sé stessi e dei propri presunti meriti, con un comportamento odioso ed altezzoso, ostentando un atteggiamento di superiorità nei confronti degli altri.

CONCUPISCÈNZA:

Brama ardente, appassionata soprattutto di piaceri corporali, una passione intemperante per cose e persone, predominio su tutto ciò che è carnale a discapito dello Spirito divino.

ARROGANZA:

Insolenza e asprezza di modi di chi presumendo troppo di sé vuole imporre la sua superiorità.

In sintesi:

«Conto solo io e tu non sei niente»

Genesi 3:6-7

E la donna vide che l’albero era buono da mangiare, che era piacevole agli occhi e che l’albero era desiderabile per rendere uno intelligente; ed ella prese del suo frutto, ne mangiò e ne diede anche a suo marito che era con lei, ed egli ne mangiò.

Allora si apersero gli occhi di ambedue e si accorsero di essere nudi; cosi cucirono delle foglie di fico e fecero delle cinture per coprirsi.

«Sentimenti negativi:

«VERGOGNA e PAURA»

Genesi 3:8-10

Udirono nel vento del giorno, il rumore di YHWH DIO che incedeva nel giardino,

e l’uomo si nascose con sua moglie dalla presenza di YHWH DIO, fra gli alberi del giardino.

Allora YHWH DIO chiamò l’uomo e gli disse:

«Dove sei?»

Ed egli rispose: «Ho udito nel giardino il Tuo rumore, ho avuto PAURA perché sono nudo e mi sono nascosto»

«RIPENSAMENTI TARDIVI»

So che mi sono lasciato ingannare ma non lo voglio ammettere.

Genesi 3:11

DIO gli replicò: «Chi ti ha mostrato che sei nudo?

Hai forse mangiato dell’albero del quale ti avevo comandato di NON mangiare?»

«COMPORTAMENTO SBAGLIATO»

«È colpa sua!»

Genesi 3:12-13

L’uomo rispose: «La donna che Tu mi hai messo accanto mi ha dato dell’albero e io ne mangiai»

(dove è finito il: «finalmente» di Genesi 2:23)

E YHWH DIO disse alla donna: «Perché hai fatto questo?».

La donna rispose: «Il serpente mi ha sedotta, ed io ne mangiai»

«La frittata è fatta»

«Il rapporto si è interrotto»

«L’ACCORDO è saltato

«AMAREZZA»

Dolore subdolo, quella tristezza frammista a sentimenti contrapposti con tracce di rancore.

Ebrei 12:15

guardando che nessuno indugi lontano dalla grazia di Dio, nessuna radice di AMAREZZA venuta su inquieti e a causa di questa i più si contaminino.

«Critiche»

«Dicerie»

«Chiacchiere»

«Insinuazioni»

«Maldicenze»

«Malignità»

«Pettegolezzi»

«Biasimi»

siano fatte uscire dalla vostra bocca.

Efesini 4:29

Nessuna parola marcia o viziata sia fatta uscire dalla vostra bocca, ma piuttosto qualcuna utile per l’edificazione  per il servizio  per il bisogno, perché dia grazia a coloro che ascoltano.

«La paura di essere rifiutati»

«di essere andati oltre»

«l’indisponibilità a voler chiarire»

Giacomo 4:2-3

Voi desiderate e non avetevoi uccidete e portate invidia, e non riuscite ad ottenere; voi litigate e combattete, e non avete perché non domandate.

Voi domandate e non riceveteperché domandate male per spendere nei vostri piaceri.

Che il nostro Signore

«Yeshùa il Messia»

ci guidi passo passo «ad accordarci»

perché Lui ha vinto il mondo!

Giovanni 16:33

Queste cose vi raccontai, perché dentro di Me abbiate pace.

Nel mondo avete affanno; ma state di buon animo,

Io vinsi il mondo.

Questa meditazione è stato fatta al meglio della mia conoscenza attuale della Parola di Dio, perciò può essere soggetta a modifiche.

« INVITO INVITO »

A tutti i credenti che hanno il desiderio di conoscere il modello della:

«Chiesa originale di Yeshùa il Messia, nata a Gerusalemme»

vista dallo studio su: «Atti 2:41-47» consultatelo insieme agli approfondimenti, informatevi, fate domande direttamente sulle pagine stesse del sito, chiedete, commentate, sarà un conoscersi passo→ passo→ verso la vera Chiesa, aspettiamo il vostro contributo.


«inviateci una e-mail ed entrate in contatto con noi»


Che la grazia del Signor nostro Yeshùa il Messia (Gesù Cristo) sia con tutti noi.

Torna a:

• Come restare in ACCORDO •

«Fondamento del camminare insieme»

Prossima meditazione:

• EX NOVO •

«Riedificare, Rialzare, Riparare, Restaurare!»

«Regole per chi Commenta»

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *